Arsea (Agenzia Regionale Siciliana per le Erogazioni in Agricoltura)

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

L'ente


L'Arsea è una società della Regione Siciliana, predisposta allo smistamento dei finanziamenti UE agli agricoltori isolani, ma mai entrata in attività. Viene istituita tramite l’art. 60 della legge regionale 2006 n. 14, recependo la normativa nazionale che prevede l’istituzione di un organismo pagatore per le erogazioni in Agricoltura all’interno di ogni regione (art.3 comma 3 d.lgs 165/99).

Attivata nel 2006 e mai entrata in attività, nonostante il mantenimento della dirigenza e delle sedi, l’ente avrebbe dovuto svolgere le funzioni che, a livello centrale, sono svolte da Agea, ente pagatore nazionale che si occupa di smistare agli agricoltori aiuti e contributi provenienti dall’Unione Europea.
 Nel territorio siciliano, a seguito di consultazioni con gli agricoltori, con le cooperative di agricoltori e con le associazioni di categoria, ARSEA è stata addirittura definita superflua e risultata sconosciuta a molti di loro.

Istituita durante la presidenza della regione di Salvatore Cuffaro, l’Arsea ha trascorso otto anni in totale inattività, nonostante l'accesso ai contributi regionali e l'occupazione di due sedi a Palermo e Catania e il pagamento della dirigenza.

Cuffaro.png

La situazione non è cambiata sotto la gestione del presidente Raffaele Lombardo che propose l’ipotesi di smobilitare l’Arsea ma che, prima di dimettersi, nominò un nuovo direttore generale, Claudio Raciti, consulente delle imprese agricole della famiglia Lombardo e militante del Movimento per l’Autonomia.

Lomabrdo.png

Anche il successore di Raffaele Lombardo, Rosario Crocetta, dopo un'iniziale annuncio della chiusura dell'ente, ne ha confermato il finanziamento da parte della regione Sicilia.


Costi


Il contributo regionale medio è stato fino al 2014 di circa ottocentomila euro all’anno che nonostante l'inattività dell'ente coprono le sue spese. Le due sedi dell'ente, di Palermo e Catania, costano infatti 500 mila euro annui a cui si sommano 170 mila euro relativi allo stipendio del direttore generale e i restanti destinati al pagamento degli stipendi dei due dirigenti in pianta organica.

Nonostante l'iniziale annuncio di chiusura da parte del governo Crocetta, ne è seguita in realtà una revisione di spesa con il pagamento di una nuova sede e la conferma delle posizioni dirigenziali.

Il servizio Patrimonio dell'assessorato all'Economia ha infatti affidato all'ente un piano di una palazzina in via Maggiore Toselli a Palermo per un conto di 160 mila euro per i primi sei mesi d'affitto. Claudio Raciti, direttore generale, ha così inviato la fattura al dipartimento Economia, e il 6 giugno 2013 ha firmato una lettera diretta all'assessore Cartabellotta allegando una richiesta di chiarimenti sulla gestione dei funzionari in comando. La risposta del 6 luglio dell'assessore certifica il mantenimento dell'Arsea: "Si invita la signoria vostra a procedere al rinnovo dei decreti di assegnazione ".


La posizione del presidente della regione


“Ho già tagliato tredici società inutili. Alla prossima finanziaria chiuderà anche l’Arsea“. Era il 18 novembre 2012 e l’annuncio arrivava dal presidente della Sicilia Rosario Crocetta durante la trasmissione RAI "L'Arena". "È uno scandalo” era stato invece il commento dell’assessore all’agricoltura Dario Cartabellotta, che nell’inverno 2013 aveva assicurato l’immediata chiusura dell'ente definito come un inutile carrozzone. Nonostante l'allineamento di posizioni e le dichiarazioni delle due autorità principali in materia, la finanziaria delineata dalla giunta prevede un nuovo contributo duecentomila euro: “Non abbiamo voluto chiudere la porta in faccia a quel mondo contadino, inclusi i forconi, che ci chiedeva di non chiudere l’ente” si è giustificato il governatore Crocetta, che ha spiegato come il contributo pubblico debba servire “per una possibile start up: la nostra idea è quella di utilizzare risorse interne e poter contare su finanziamenti statali. Se ciò non avverrà, siamo pronti a chiudere l’ente”.

Crocetta.png


Fonti

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/14/sicilia-arsea-ente-inutile-che-mangia-soldi-senza-mai-essere-entrato-in-attivita/839933/

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/11/23/bufera-sull-agenzia-mangiasoldi-esplode-ira-di.html

http://livesicilia.it/2013/01/16/arsea-lettera-della-legacoop-via-gli-sprechi-salviamo-lente_245579/

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2013/11/22/news/mezzo_milione_in_fumo_per_l_agenzia_fantasma-71649410/

http://www.sicilia5stelle.it/2013/01/operazione-verita-sullarsea/

http://durodisicilia.blogspot.it/2013/11/arsea-vive-e-vegeta-mentre-lassessore.html

http://www.siciliaagricoltura.it/2014/01/10/arsea-mpa-atto-dovuto-e-saggio/