BreBeMi (Autostrada A35)

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

Brebemi01.png


L’autostrada

Brebemi02.png

La A35, meglio nota come Brebemi, costituisce un collegamento tra Brescia e Milano. Anche la preesistente autostrada Serenissima (A4) collega Milano a Brescia, tuttavia la Brebemi è stata costruita come connessione maggiormente diretta (passando per la bassa bergamasca attraverso Treviglio, evita la deviazione verso nord della Serenissima per raggiungere Bergamo) ritenuta necessaria per far fronte alla crescita dei volumi di traffico sulla A4.

La A4 è mediamente percorsa da 100 000 veicoli al giorno, con punte di 140 000, con il transito di molti mezzi pesanti (punte di 40 000 al giorno).

Per questo si decise dapprima di portare le corsie del tratto dell'A4 Milano-Bergamo a 4 per senso di marcia più corsia di emergenza, ampliamento che venne completato nel 2007.

L'autostrada diretta avrebbe comunque consentito un risparmio in termini di chilometri percorsi ed era un progetto preso in considerazione già da molti anni. Dal primo studio di prefattibilità (1996) si sono succeduti uno studio d'approfondimento, due studi di fattibilità (1999 e 2000) e infine un progetto preliminare, posto come base per la gara d'appalto. Dal 2001, anno di presentazione del progetto preliminare, al 2009, si è svolto l'iter autorizzativo. Dopo il parere positivo del CIPE e la conseguente delibera nel 2005, il progetto definitivo è stato approvato il 26 giugno 2009.

Così, il 22 luglio 2009 sono stati avviati i lavori di costruzione, terminati nella primavera del 2014. L'autostrada è stata inaugurata, contestualmente all'apertura del tratto ARCO TEEM della tangenziale Est Esterna di Milano (A58) il 23 luglio 2014, alla presenza del presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, del ministro dei trasporti Maurizio Lupi e del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni.


Opera inutile?

Brebemi03.png


Dalla sua inaugurazione l’autostrada è stata percorsa da un terzo dei veicoli previsti.

L'elevato pedaggio – di circa 15 eurocent/km contro i 7 dell'A4 che copre lo stesso percorso - e il fatto proprio che l'autostrada sia considerata un doppione del preesistente tratto di A4 che collega Milano a Brescia sono le principali cause che hanno impedito che il traffico previsto di 60 000 veicoli al giorno, ritenuto necessario per rientrare dell'investimento in tempi ragionevoli, non sia mai stato raggiunto, attestandosi invece sulle 20 000 unità.

Le previsioni sono state così riviste al ribasso, portando i valori teorici stimati per il 2015 attorno ai 22 mila veicoli per raggiungere a regime i 48 mila.


Brebemi004.png


Inoltre, a dispetto del nome, l’autostrada non collega in verità Brescia a Milano, ma la sua provincia occidentale con Liscate, rendendo quindi necessaria la percorrenza di venti chilometri di strade provinciali per raggiungere l’aeroporto di Linate, nessun parcheggio scambiatore per salire in metro e raggiungere il centro di Milano.[1]


Costi

L'autostrada sarebbe dovuta essere realizzata interamente in finanza di progetto ( “project financing”, quindi con fondi privati) e aveva un costo preventivato di 1 miliardo e 420 milioni di euro, a carico degli ivestitori privati che pianificavano il rientro della cifra investita tramite l'incasso dei pedaggi.

I costi sono però lievitati fino a 2 miliardi e 400 milioni di euro, in gran parte coperti dalla Banca europea degli investimenti (prestito da 700 milioni) e dalla Cassa depositi e prestiti (820 milioni).

A seguito del mancato raggiungimento del livello di utenza previsto il governo italiano, con la legge finanziaria del 27 dicembre 2014, e la Regione Lombardia hanno stanziato complessivamente 360 milioni di euro. Lo Stato centrale ha stanziato, sotto la denominazione di Fondo interconnessione tratte autostradali, 300 milioni erogabili in quindici tranche annuali di 20 milioni dal 2017 al 2031, mentre la Regione ha stanziato 60 milioni.

Il finanziamento pubblico dell’infrastruttura, non previsto, è stato ampiamente criticato da più parti, politiche e civili, come dall’associazione Legambiente. È stata contestata, oltre l'inopportunità di finanziare con denaro pubblico un'opera approvata sotto la condizione che dovesse essere interamente finanziata da privati, l'inutilità dell'autostrada, incapace di finanziarsi con il proprio traffico.

Le previsioni sono state infatti riviste al ribasso, portando i valori teorici stimati per il 2015 dai 40-60mila veicoli ai 22 mila veicoli per raggiungere a regime i 48 mila. «Faremo un bilancio quando le cifre saranno consolidate —aveva risposto alle critiche Franco Bettoni, Presidente di BreBeMI Spa, chiamato in causa per un primo bilancio — per ora dico solo che i volumi di traffico sono in crescita».

A distanza di un anno (agosto 2015) il problema rimane però lo stesso: i volumi di traffico bastano a sostenere un investimento da 2,4 miliardi?

La società Brebemi Spa ha presentato un piano di riequilibrio economico al governo, inizialmente del valore di 497 milioni, chiedendo sgravi fiscali oltre a un allungamento della concessione. Alla domanda “Ma la Brebemi non doveva essere un’autostrada senza un euro di contributo pubblico?” la replica di Franco Bettoni è stata la seguente: «Guardi, si vede che diamo fastidio a molti. Tanti nemici, tanto onore. Noi l’autostrada l’abbiamo fatta per il territorio».


Il Piano “Salva BreBeMI”: 360 milioni dal Cipe

In una seduta del 16 agosto il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha approvato un pacchetto di finanziamenti pubblici destinati alle cosiddette opere strategiche, tra le quali è stata inserita la BreBeMI. Oltre al piano banda larga, al Contratto di programma Anas da 1.153 milioni, il 3° lotto costruttivo del Terzo Valico da 607 milioni, è stato infatti approvato il “piano salva-Brebemi” del valore di 360 milioni.

Lo stanziamento era stato in forse fino alla seduta stessa, ma il Presidente del Consiglio Renzi ha dato la propria approvazione.

La concessionaria BreBeMI si trova infatti a rischio default a causa del basso traffico (dovuto, come spiegato sopra, in parte a previsioni mal calibrate e in parte alla mancata realizzazione della connessione con la A4 Milano-Brescia).

La società (il quale socio di riferimento è Intesa Sanpaolo) ha più volte minacciato ricorsi e rescissione contrattuale se il governo non fosse intervenuto.

Il Cipe ha così approvato lo stanziamento di 40 milioni per la costruzione di una bretella per connettere la A35 con la A4 e concesso un finanziamento da 320 milioni di euro per il riequilibrio del piano finanziario, a valere sul fondo autostrade di cui al comma 299 della legge di Stabilità 2015 (260 milioni) e su fondi della Regione Lombardia (60); e ha poi deliberato una proroga della concessione da 20 a 26 anni, in attesa del consenso della Commissione europea.


#BreBeMI: gli sfottò sui social

Brebemi06.png


Ad agosto 2015, mentre la maggior parte delle autostrade italiane è trafficata a causa del cosiddetto esodo estivo, l’hashthag #BreBeMI è ricorrente soprattutto sul social network Instagram con foto dell’autostrada semivuota. I commenti ironizzano sulla circostanza improbabile visto il periodo con riferimenti alla presunta “strategicità” dell’infrastruttura e ai costi ritenuti eccessivi.


Brebemi07.png


Fonti

https://it.wikipedia.org/wiki/Autostrada_A35

http://www.brebemi.it/site/

http://www.corriere.it/cronache/14_settembre_10/brebemi-l-autostrada-che-nessuno-percorre-corsie-vuote-pochi-cartelli-d228837a-38a7-11e4-ba01-a3638c813bce.shtml

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_luglio_24/debutta-l-autostrada-brebemi-ma-quanto-cara-c9c9cb04-12fe-11e4-a7ff-409dc1c2ba25.shtml

http://www.linkiesta.it/brebemi-costi

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/ce-la-teem-ma-pochi-tir-sulla-brebemiil-problema-restano-i-costi-troppo-salati_1122703_11/

http://www.varesenews.it/2015/08/legambiente-la-brebemi-e-lautostrada-piu-inutile-e-dannosa-del-paese/392635/

http://brescia.corriere.it/notizie/cronaca/15_agosto_14/brebemi-l-autostrada-deserta-fa-pieno-sfotto-social-brescia-a-35-51d9bd8e-4278-11e5-ab47-312038e9e7e2.shtml

http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2015/08/14/ARQIDiVF-brebemi_autostrada_deserta.shtml

http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2015-08-07/via-libera-cipe-piani-2-miliardi-063706.shtml?uuid=ACx55Le

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/brebemi-18-mila-auto-al-giornonuova-polemica-sui-dati-del-traffico_1109116_11/

http://www.ilgiorno.it/milano/brebemi-cipe-legambiente-cantone-1.1230090

http://www.bresciatoday.it/economia/brebemi-bilancio-2014.html

http://cianciullo.blogautore.repubblica.it/2015/08/08/accanimento-terapeutico/

http://www.bresciaoggi.it/stories/2688_bassa/1230485_saldo_degli_espropri_brebemi_allincasso_110_milioni_di_euro/

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/13/autostrada-brebemi-costi-aumentati-pochi-pedaggi-in-arrivo-i-soldi/1271008/