Complesso Sportivo-Turistico "Il Castiglione", Faeto (Foggia)

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

Castiglione.png


La struttura

Ampio complesso sportivo-alberghiero che avrebbe dovuto favorire la vocazione turistica di Faeto, paese di 627 abitanti in provincia di Foggia. Costato 18 miliardi di vecchie lire finanziati con Fondi Fio, è abbandonato in stato di degrado, oggetto di ruberie e eroso dagli agenti atmosferici e dal trascorrere del tempo: la struttura risale agli anni 80', i lavori vennero interrotti poco prima che fosse completata nel 1994.

Così, sulla franosa arteria provinciale numero 125, in cima alla montagna che sovrasta il paese nell’alta valle del fiume Celone, si trovano le macerie di una piscina coperta semi-olimpionica, una scuderia, un galoppatoio, una pista del ghiaccio coperta, un albergo, una palestra, campi da tennis, minigolf, sauna, foresteria, ristorante e sala conferenze.


Castiglione1.pngCastiglione2.png Castiglione3.pngCastiglione4.png


Non l'unico caso: le colonie montane dei Monti Dauni

"Erano gli anni della Milano da bere. I mitici anni ’80, quando bastava una semplice promessa di finanziamento, una letterina dell’Assessore regionale amico e il finanziamento pubblico era già in viaggio verso il Comune. Se poi l’opera pubblica era utile alla comunità o non centrava nulla, poco importava. Al sindaco di turno bastava per poter dire alla propria gente che c’era un finanziamento per dimostrare di valere qualcosa e di essere buono. Tutto il resto era cosa della politica, dall’incarico tecnico alla ditta per l’appalto. Tutto già definito e ben incartato. La storia del Mezzogiorno d’Italia e dei piccoli Comuni dei Monti Dauni nel foggiano è ricca di queste tristi vicende come dimostrano ampiamente le centinaia di opere pubbliche costate miliardi e miliardi di vecchie lire e oggi desolatamente abbandonate come carcasse di jurassica memoria. In quegli anni andava molto di moda il turismo e allora giù decine di ostelli per la gioventù. Un filo rosso da Rocchetta Sant’Antonio, ad Anzano di Puglia adAccadia, passando per Bovino e per Orsara fino ad arrivare ai villaggi primavera dei Monti Dauni Settentrionali".[1]

La testimonianza del giornalista locale Andrea Gisoldi rivela una tendenza nota divenuta persino un fenomeno storicamente definito quello relativo agli sperperi sistematici per simili opere in un periodo nel quale l'espansione economica più di prima aveva favorito l'opportunismo e il clientelismo all'origine di simili finanziamenti pubblici finiti in sprechi tanto eclatanti.

Neanche uno dei villaggi estivi di Rocchetta Sant’Antonio, Anzano di Puglia, Accadia, Bovino Orsara, dei Monti Dauni Settentrionali e di Faeto è mai entrato in funzione.


Castiglione5.png


Sviluppi: la possibile cessione in comodato d'uso

Nell'agosto 2010, a seguito della mancanza di investitori privati interessati ad acquisire la struttura, il Sindaco di Faeto Giuseppe Coco ha espresso l'intenzione di concederlo in comodato gratuito dividendo le varie parti della struttura.

La struttura è stata saccheggiata di tutto ciò che poteva essere oggetto furto, dai tetti in rame fino a voluminoso generatore di energia trasportato fuori dalla struttura, ormai in stato di totale degrado e abbandono.

L'amministrazione comunale ha infatti manifestato la necessità di ripristinare il decoro dell'area, anche a costo di cederla a titolo gratuito pur di risolvere un annosa questione mai affrontata dalle amministrazioni precedenti. Sono iniziati così alcuni lavori di ristrutturazione, come quelli necessari per ricostruire i tetti, per i quali Comune ha stanziato circa 100mila euro: una cifra rilevate per le casse del Comune.

Al 2014 non vi sono però novità sugli sviluppi della cessione e la struttura rimane incompiuta.[2]


Fonti

http://www.nationalgeographic.it/dal-giornale/2013/08/12/foto/italia_incompiuta-1779445/6/

http://www.restoalsud.it/2013/11/16/cosi-il-sud-si-e-mangiato-mille-miliardi/

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/10/un-monumento-allo-spreco.html

https://www.blogdiattualita.it/incompiute-ditalia-viaggio-nello-spreco-4091.html

https://www.google.com/maps/ms?msa=0&msid=203464238584956264854.0004e3c255b46216cb49d&hl=it&ie=UTF8&t=h&ll=41.508577,12.832031&spn=12.335487,20.852051&z=6&dg=feature

http://www.daunianews.it/daunia/lucera-subappennino/2713-faeto-il-qcastiglioneq-non-fa-gola-a-nessuno-.html