Comune di Milano - Tunnel Gattamelata (Portello)

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

Tunnelportello.png


Il progetto

Il tunnel fa parte di un progetto di riqualificazione più ampio della zona Portello - un quartiere di Milano in prossimità di Fieramilanocity - che risale agli anni Novanta. Il tunnel di 970 metri e doveva essere un collegamento tra gli svincoli autostradali a Nord-Ovest di Milano e la Fiera.

A gennaio 2009 l'allora sottosegretario Mario Mantovani consegnò un simbolico assegno da 24 milioni al sindaco Letizia Moratti. Sull'assegno campeggiava il volto di Silvio Berlusconi. Si trattava dei fondi governativi appena sbloccati per sostenere il progetto.

L'accordo di programma tra Comune e Regione venne firmato nel 2000, ma nel frattempo le istituzioni decisero lo spostamento della fiera a Rho-Pero, facendo venire meno le ragioni della costruzione del tunnel, che tuttavia non venne fermata.

«È un'opera costosissima e del tutto inutile - spiega Luigi Caroli, ingegnere, consigliere di Zona 8 - che servirà soltanto a riversare un flusso enorme di traffico in strade che non possono assorbirlo. Bisognerebbe chiedersi perché qualcuno ha voluto portare avanti a tutti i costi un progetto del genere». [1]

Come ha dichiarato l'assessore comunale alla Mobilità Pierfrancesco Maran, l'opera resterà in parte incompiuta, perché «il secondo lotto che riguarda il tratto tra via Gattamelata e largo Domodossola, con ingresso in City Life, non è mai stato finanziato negli anni passati, né mai sarà finanziato». «E’ un progetto che abbiamo ereditato, nemmeno dalla Moratti, ma addirittura da Albertini - ha spiegato l’assessore - è tecnicamente anche molto bello, ma nel frattempo la città sopra è cambiata. È la dimostrazione di come il sistema delle opere pubbliche vada rivisto. Quel tunnel ha perso qualsiasi utilità da oltre 15 anni, ma non è mai stato fermato da nessuno. Centinaia di milioni potevano essere sfruttati meglio».

Costi e ritardi

Tunnelportello01.png


I lavori per la galleria sono iniziati nel 2006 e sarebbero dovuti finire nel 2010. A gennaio 2016 gli anni di ritardo sono cinque e il costo è salito dai 62 milioni a 115, mentre è stato stimata per 200mila euro circa la spesa necessaria per ultimarlo.

A rallentare i lavori è stata soprattutto la bonifica dell'area, che ha altresì fatto lievitare i costi dell’opera. Per bonificare il tratto destinato alla bretella stradale, infatti, sono stati scavati 600 mila metri cubi di terra. Il progetto ha subito sei modifiche per le quali l’azienda costruttrice, ex Salini-Locatelli oggi impresa Claudio Salini (Ics), chiedeva 60 milioni in più. Si aprì quindi un contenzioso con l’amministrazione, chiuso parzialmente nel settembre 2014 con la concessione di 9 milioni di euro da parte del Comune. Una tranche di pagamenti (5 milioni e 365 mila euro) è stata oggetto di una determina degli uffici del Servizio Infrastrutture per la Mobilità datata 15 giugno 2015 e il primo acconto di 2 milioni e 200 mila euro è stato versato a MM, per girarlo, in quanto stazione appaltante per il Comune, all’impresa costruttrice.


Annunci, mancate inaugurazioni e proteste

Un altro anno è trascorso senza il taglio del nastro, ma per alcuni è un bene, o comunque un male minore: il presidente di zona 8, Simone Zambelli, chiede al neo assessore all’Urbanistica Balducci di aprire un dossier sul tunnel, «Opera non solo inutile ma anche dannosa di cui è impossibile pensare persino ad un riuso».

Comunque vada l'opera sarà infatti uno spreco: qualora non rimanesse incompiuta rischia persino di provocare danni per la congestione del traffico. «È un'opera costosissima e del tutto inutile - spiega Luigi Caroli, ingegnere, consigliere di Zona 8 - che servirà soltanto a riversare un flusso enorme di traffico in strade che non possono assorbirlo. Bisognerebbe chiedersi perché qualcuno ha voluto portare avanti a tutti i costi un progetto del genere».

Se invece si decidesse di aprire la galleria - a 16 anni dall’accordo di programma Regione-Comune e a 9 dall’avvio delle opere - è annunciato uno scontro tra Zona 8 e Comune.

Dall’amministrazione non giungono sono risposte ufficiali ma trapelano solo indiscrezioni: l'area si prevede che venga consegnata ma ci sarebbe qualche piccola opera da completare. Il problema più rilevante e irrisolto è però il costo di gestione di 30mila euro al mese di un tunnel che a pochi anni dall’avvio del cantiere nessuno più voleva ma che mai è stato fermato.

Si tratterebbe infatti di aggiungere a bilancio ogni anno 360 mila euro per garantire la sicurezza, l’illuminazione, l’aerazione di una vera e propria galleria autostradale a due corsie larga in tutto 50 metri. Un costo che può sembrare contenuto per un Comune come quello di Milano ma che si aggiunge ai 115 milioni spesi per un'opera che rischia di rimanere incompiuta e continuare a gravare sui cittadini.


Tunnelportello02.png


Fonti

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_gennaio_07/portello-tunnel-ritardi-spreco-fuori-tempo-massimo-1a8c395c-b513-11e5-8efc-b58ffc8363b9.shtml

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_gennaio_07/comune-portello-tunnel-si-fara-ma-costa-oltre-mezzo-milione-l-anno-2216b8a4-b50f-11e5-8efc-b58ffc8363b9.shtml

http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/09/07/news/milano_tunnel-122351896/

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/14_gennaio_31/tunnel-portello-spesi-altri-11-milioni-la-galleria-sara-pronta-fine-anno-f0e6a2e0-8a49-11e3-aecc-b2fa07970b97.shtml

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_gennaio_06/portello-tunnel-infinito-resta-chiuso-gestirlo-costa-troppo-aa7718f2-b44b-11e5-b7e0-5cea02412f89.shtml

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_agosto_10/chilometro-quindici-anni-lavori-apre-tunnel-sprechi-45730574-3f20-11e5-9e04-ae44b08d59fb.shtml

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_agosto_10/chilometro-quindici-anni-lavori-apre-tunnel-sprechi-45730574-3f20-11e5-9e04-ae44b08d59fb.shtml