Salerno - Opere incompiute

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

La "rivoluzione urbanistica" incompiuta

Sarebbe dovuta essere una "rivoluzione urbanistica" quella che ha reso Salerno una delle città italiane con il maggior numero di opere incompiute. Una lista di 20 strutture che con il mercato coperto di via Robertelli, il Sea Park e Polo informatico, il Solarium dell’ex nave Concord, la Metropolitana leggera, la pavimentazione di Piazza della Libertà, il Pala Salerno, il rifacimento del corso Vittorio Emanuele, il Centro polifunzionale e la variante di Matierno, il Pip nautico, i lavori dell’ex pastificio Amato, il sottopasso della Lungoirno a Torrione, il complesso Umberto I e Palazzo Fruscione, l’inizio dei lavori di viabilità al servizio del termovalorizzatore, il project financing stadio Vestuti, il Parco delle Fornaci, la Stazione marittima, la Cittadella giudiziaria (http://www.wikispesa.it/Cittadella_Giudiziaria_di_Salerno), l’adeguamento del campo Volpe, Mcm – raddoppio via dei Greci e parcheggio pubblico ed infine le fontane.

Tali strutture sono state avviate sotto l'amministrazione presieduta da Vincenzo De Luca, rieletto sindaco della città 4 volte consecutive dal 1993.

A De luca viene contestato da cittadini e opposizione, oltre alle gestione fallimentare di molte delle risorse destinate alle infrastrutture , di aver presenziato inaugurazioni di opere poi rimaste incompiute a soli fini propagandistici.

Metropolitana leggera

Salernopere01.png


Progetto: Comune di Salerno

Anno di inizio: 1999

Stato: completata parzialmente

Ritardo: 11 anni

Costi: 110 milioni

Finanziamento: Fondi Europei (€ 39 milioni) + Fondi regionali (€15 milioni)


Salernopere02.png

Il progetto di dotare Salerno di una rete di trasporto urbano su ferro risale al 1997, con lo stanziamento di 80 miliardi di lire. Il cantiere venne aperto nel dicembre del 1999 con data di completamento dei lavori fissata al 2001, mentre l'entrata in funzione era prevista per la primavera del 2002. A un primo stop ai lavori seguì uno slittamento della data di completamento al 2004 ma l'effettiva fine dei lavori risale primavera 2010, a nove anni dalla data prevista in origine. La linea è entrata in funzione ma con frequenti disservizi e lunghi tempi di attesa, mediamente di 30 minuti tra un treno e l'altro.

La metropolitana non è collegata all'aeroporto di Pontecagnano e servirebbe ulteriori 10 milioni di euro per realizzare il collegamento.


Stazione marittima

Salernopere03.png

Progetto: Comune di Salerno

Anno di inizio: 2005

Previsione di fine lavori: 2008

Stato: incompiuto

Ritardo: 7 anni

Costo: € 29 milioni

Finanziamento: Fondi europei POR (€ 17 milioni ) + Fondi regionali (€ 12 milioni)


Salernopere04.png


Progettata dall'architetto anglo-irachena Zaha Hadid la stazione era destinata ad accogliere i crocieristi in arrivo a Salerno ma pochi mesi dopo l'inizio dei lavori , nel 2005, l'impresa appaltatrice è fallita. Il cantiere rimase fermo fino al gennaio 2009, quando l'Ati Passarelli spa-Co.Mi. srl riprese i lavori. Rimangono da completare le fondazioni, così come la copertura dell'edificio per una spesa di 900mila euro. Il completamento dell'opera richiede complessivamente 3 milioni di euro. Una volta terminata, non è noto a chi verrà affidata la gestione.


Salernopere05.png


Lungoirno

Salernopere06.png


Progetto: Comune di Salerno

Anno di inizio: 1999

Previsione di fine lavori: 2008

Stato: incompiuto

Ritardo: 7 anni

Costo: € 21 milioni

Finanziamento: Regione (€ 13 milioni ) + Comune di Salerno e Cassa depositi e prestiti (€ 8 milioni)


Nel 1999 venne aperto il cantiere della Lungoirno, arteria destinata a congiungere Fratte con il centro cittadino. Anche in questo caso ritardi e problemi con le imprese fecero slittare di circa tre anni la data di ultimazione dell'opera. Per ultimare il Lungoirno devono essere terminati i tre passaggi sotto la massicciata ferroviaria all'altezza dell'Hotel Salerno.


Salernopere07.png


Cittadella giudiziaria

Salernopere08.png


Progetto: Comune di Salerno

Anno di inizio: 2002

Previsione di fine lavori: 2007

Stato: incompiuto

Ritardo: 8 anni

Costo: € 116 milioni

Finanziamento: Ministero della Giustizia, mutuo Cassa depositi e prestiti


Il progetto di David Chipperfield, esposto nel 2002 alla Biennale di Venezia, prevede la costruzione di otto edifici, di altezza variabile, immersi nel verde e caratterizzati da ampie vetrate.

Già poco dopo l'avvio dei lavori nel 2003, quando la previsione era di chiudere il cantiere in circa 2 anni, i lavori si bloccarono a causa di ritrovamenti archeologici. Ripresero e si bloccarono nuovamente nel 2008 per il fallimento dell'impresa appaltatrice che si era aggiudicata la gara al massimo ribasso. Nello stesso anno, prima dello stop dei lavori, erano stati conclusi i lavori strutturali.

Nel 2010 il cantiere venne affidato ad un'altra ditta, attualmente impegnata sul cantiere.

Le prime tre palazzine sono state consegnate il 7 marzo 2014, mentre le restanti tre saranno completate con un finanziamento di 27 milioni stanziato dal CIPE nell'ambito di un emendamento alla Legge di Stabilità che prevede la destinazione di 30 milioni di euro per l’edilizia giudiziaria con particolare riguardo per il completamento delle opere già cantierate.

Prima di lasciare la posizione di vice-ministro delle Infrastrutture del governo Letta a febbraio 2014, il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca è riuscito ad ottenere 26,5 milioni di euro per completare la Cittadella giudiziaria, rimasta incompiuta proprio a causa della mancanza di fondi.

Il Cipe - recita l'esito ufficiale di Palazzo Chigi - «ha assegnato in via programmatica, per il completamento della "Cittadella giudiziaria di Salerno", l'importo di circa 26,5 milioni di euro a carico delle disponibilità del Fondo per lo sviluppo e la coesione per il periodo 2014 – 2020, ai sensi dell'art. 1, comma 181, della legge 27 dicembre 2013 n. 147».

I 26,5 milioni stanziati dal Cipe si sommano a circa 90 milioni già spesi per la progettazione e costruzione dell'opera.

Le inaugurazioni della struttura sono state diverse: la quarta e ultima (7 marzo 2014), anche se a opera non conclusa, ha fatto seguito alla celebrazione dell’apertura del cantiere, all’inaugurazione della prima palazzina ed a quella del parcheggio e dei locali riservati all’archivio.

Il polo giudiziario rimane però non attivo e disabitato, nonostante sul cartello del cantiere è indicata come data di consegna il 28 febbraio 2014.

Il sindaco De Luca ha però tranquillizzato i cittadini in attesa della realizzazione dell'opera da 14 anni ed l'ha esaltata affermando che “ Salerno sta diventando una realtà culturale proiettata a livello internazionale. Nel campo della comunicazione deve puntare sul concetto di durata e superare l’effimero della moda. Prendete la Cittadella giudiziaria di Chipperfield. Tra trecento anni sarà ancora una grande testimonianza”.


PalaSalerno

Salernopere09.png


Progetto: Comune di Salerno

Anno di inizio: 2005

Previsione di fine lavori: 2008

Stato: incompiuto

Ritardo: 7 anni

Costo: € 14 milioni

Finanziamento: Fondi Eu


Il progetto risale ai primi anni 2000 e i lavori vennero avviati nel settembre del 2005. Fin dall'inizio i lavori procedettero celermente, tanto che nel giugno del 2007 si iniziò a lavorare anche per la realizzazione delle aree commerciali della struttura. Il fallimento dell'impresa nel 2008 portò però al blocco dei lavori. Nel 2013 il Consiglio comunale ha votato nella variante al Puc l'alienazione ai privati di parte del progetto, che rimane però fermo.


Salernopere10.png


Piazza della libertà

Salernopere11.png


Progetto: Comune di Salerno

Anno di inizio: 2009

Previsione di fine lavori: 2012

Stato: incompiuto e sotto sequestro

Ritardo: 3 anni

Costo: € 38 milioni

Finanziamento: Fondi europei (€ 14 milioni ) + Fondi comunali con mutuo Cassa depositi e prestiti (€ 24 milioni)


Sequestrata da marzo 2013 quando tre indagini aperte dalla procura della repubblica di Salerno seguirono al cedimento del settore 2 del solaio a luglio 2012 e portarono al rinvio a giudizio di nove persone, tra le quali il progettista. La perizia ha rilevato infatti il rischio di ulteriori crolli, così che per la messa in sicurezza si renderà necessaria una ulteriore spesa di 10 milioni di euro.


Salernopere12.png


Solarium

Salernopere13.png

Progetto: Comune di Salerno

Anno di inizio: 2008

Previsione di fine lavori: 2009

Stato: mai entrato in funzione, degrado

Ritardo: 6 anni

Costo: € 184 000

Progetto presentato a marzo 2013 dal sindaco De Luca per la riconversione di un'ampia area di Piazza della Concordia con l'installazione di piccola ristorazione, caffetteria e un solarium. Avrebbe dovuto sostituire la "Concord", un'antica nave ristorante attaccata al lungomare della piazza e la quale rimozione ha portato ad un contenzioso con il proprietario che rischia di costare al Comune 9 milioni di euro di risarcimento danni.


Salernooo.png


Vela di Bofil

Salernopere15.png

Progetto comunale di destinazione residenziale-commerciale che venne presentato con annesso plastico nel 2009 con previsione di compimento per il 2014. Per la realizzazione dell'opera (mai avvenuta), l'architetto Bofil ha ricevuto due milioni di euro.


Salernopere16.png


Rifacimento litorale cittadino

Salernopere17.png

Progetto: Comune di Salerno

Anno di progettazione: 2006

Anno di inizio: 2010

Previsione di fine lavori: 2011

Stato: incompiuto

Ritardo: 4 anni

Costo: € 14 milioni

Finanziamento: Fondi comunali e provinciali

L'opera finora realizzata, iniziata con due anni di ritardo per una variazione al progetto originario, riguarda la protezione del tratto di costa che va dal porto di Postena alla fine di via Leucosia, ossia il 10% del progetto iniziale. Per completarlo servirebbero 100 milioni. [1]


Salernopere18.png


Fonti

http://www.figlidellechiancarelle.net/?page_id=1245

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/salerno/notizie/cronaca/2010/8-ottobre-2010/grandi-opere-tutti-cantieri-infiniti-imprese-fallite-malaburocrazia--1703907982383.shtml

http://www.lettera43.it/politica/de-luca-i-guai-del-sindaco-di-salerno_43675120750.htm

http://lacittadisalerno.gelocal.it/salerno/cronaca/2012/09/11/news/la-favola-delle-21-incompiute-1.5681926

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/salerno/notizie/politica/2013/11-maggio-2013/de-luca-panorama-guerra-social-2121095516569.shtml

http://www.panorama.it/news/politica/politicamente-scorretta/mistero-il-de-luca-al-ministero/

http://www.repubblica.it/speciali/politica/elezioni-regionali-edizione2015/2015/05/27/news/impresentabili_m5s_all_attacco_da_pd_farsa_criminale_-115366028/

http://lacittadisalerno.gelocal.it/salerno/cronaca/2015/03/13/news/il-contenzioso-brucia-milioni-1.11037556

http://www.ondanews.it/anagrafe-delle-opere-incompiute-ance-salerno-unaltra-prova-dellinefficienza-dei-comuni/

http://lacittadisalerno.gelocal.it/salerno/cronaca/2012/09/11/news/la-favola-delle-21-incompiute-1.5681926

http://www.noveladisalerno.it/il-corriere-racconta-il-grande-bluff-salerno-capitale-delle-incompiute/

http://www.iconfronti.it/la-miseria-avanza-nella-salerno-delle-grandi-opere-incompiute/