Universiadi Napoli 2019

Da WikiSpesa.
Share/Save/Bookmark

Napoli19.png


Napoli 2019

L'Universiade, o Olimpiade Universitaria, è una manifestazione sportiva multidisciplinare con cadenza biennale organizzata dalla Federazione Internazionale Sport Universitari (FISU). Come deciso il 5 marzo 2016 a Bruxelles l'edizione del 2019 sarà ospitata da Napoli. [1]. La manifestazione si svolgerà nell'area dell'ex Nato, a Bagnoli, vicino a Città della Scienza.

Costi

Il villaggio sportivo sorgerà in un'area che verrà riqualificata con un investimento di 200 milioni, di cui 20 subito disponibili, «da sbloccare nell'ambito del patto per il Sud che - ha annunciato l'8 marzo 2016 il presidente della Regione Vincenzo De Luca - firmeremo a breve con il governo» [2].

Il Comune ha annunciato che il sito verrà trasformato in una "cittadella dei giovani" e verrà costruito accanto alla scuola di formazione Apple, destinata ad accogliere 600 aspiranti programmatori a partire dall'estate 2016. «L'azienda di Cupertino non considera incompatibile la propria presenza con le Universiadi - ha spiegato il presidente De Luca - anzi ritiene che sia utile organizzare la kermesse lì nell'ottica di una valorizzazione reciproca». Un raffigurazione tanto ottimistica quanto approssimativa: storicamente in Italia, ma non solo, le strutture costruite per le grandi manifestazioni sportive diventano inutili subito dopo il termine degli eventi proprio come conseguenza di scenari ipotizzati con l'ottimismo di ottenere l'assegnazione e la scarsa lungimiranza e la mancanza di organizzazione dello sfruttamento post-evento [3].

Stadio San Paolo

Lo stadio San Paolo, che ospita le partita del Napoli Calcio, verrà in gran parte ristrutturato, in particolare attraverso la rimozione della copertura tanto discussa costruita con i Mondiali del 1990 (lo Stato presenta ancora a bilancio i mutui accesi per la costruzione degli stadi di Italia '90 [4])

De Luca ipotizza un investimento complessivo di 200 milioni, di cui la metà solo per il restyling degli impianti.

Napoli192.png


Le altre strutture

Tra gli impianti da ristrutturare c'è la piscina Scandone, che dovrà essere dotata della piattaforma per le gare di tuffi e per la quale il Comune stanzierà circa 600mila euro.

Le gare non si svolgeranno solo a Napoli ma anche nelle altre province campane, come a Caserta e Salerno. Le gare di atletica si svolgeranno tra il San Paolo, il Collana, il parco Virgiliano, il Cus di via Campegna e lo stadio Pinto di Caserta; quelle di tiro con l'arco nell'ippodromo di Agnano; quelle di scherma nell'Arena flegrea, all'interno della Mostra d'Oltremare. Gli incontri di basket si svolgeranno tra il Palabarbuto, il Palavesuvio, il Cus di via Campegna e il Collana di Napoli, il palazzetto dello sport di Casoria, il Palamangano di Scafati, il Palamaggiò di Castelmorrone, il PalaDelMauro di Avellino, il palazzetto di Monteruscello, lo stadio San Ciro di Portici, il palazzetto dello sport di Caserta.

Per quanto riguardo il nuoto e la pallanuoto, oltre alla Scandone, gli atleti gareggeranno nelle piscine di Barra, della Mostra d'Oltremare, di Monteruscello, Casoria, nella piscina Volturno di Santa Maria Capua Vetere e nello Stadio del Nuoto di Caserta; mentre la gara di tuffi si terrà sia nella Scandone, sia presso piscina Acquachiara. Gli stadi Albricci di Napoli e Pacevecchia di Benevento ospiteranno i match di rugby; il palazzetto dello sport di San Nicola La Strada ospiterà il ping pong; la Villa Comunale, il Tennis club Vomero, il Tennis club Rama e il Cus di via Campegna a Napoli e il Circolo Gts a Santa Maria Capua Vetere si svolgeranno invece gli incontri di tennis. Il campo di regata, infine, sarà la Costiera amalfitana.

I fondi stanziati per la riqualificazione delle strutture verranno in strutture realmente utili per un utilizzo anche futuro e senza sperperi?


Rischio sprechi e incompiute: i precedenti

La retorica delle promesse dei politici sui grandi eventi sportivi è tendenzialmente la medesima, incentrata sul "rilancio dell'economia nazionale (o locale)" e sull'opportunità di creare delle infrastrutture "strategiche" per il futuro. Le dichiarazione del Presidente di Regione Vincenzo De Luca sembrano seguire la tendenza: "Ristruttureremo impianti a Napoli e in tutta la regione, ci sarà un'occasione di rilancio mondiale per la città", seguite da quella del Sindaco di Napoli: "É la prova evidente che la città di Napoli sia ritornata in testa a livello internazionale, sia per quanto riguarda la credibilità che la capacità attrattiva di eventi importanti".

I dati storici sulle manifestazioni sportive organizzate dall'Italia fanno presagire uno scenario differente, con rischi di costi lievitati oltre il budget iniziale e sostenuti per opere destinate a divenire inutili.

Italia '90 è il caso più rappresentativo, soprattutto perché il suo costo grava ancora sulle casse pubbliche: nei bilanci dello Stato sono ancora presenti i mutui accesi per la costruzione degli stadi del Mondiale [5].

Italia909.png

Venne speso l'85 % in più rispetto al budget preventivato, giustificato dagli organizzatori come conseguenza della ristrettezza dei tempi per completare i lavori entro le scadenze, condizione che avrebbe anche impedito di indire gare d'appalto per l'affidamento dei lavori. Così si verificarono sovrapprezzi conseguenti a fenomeni di speculazione edilizia.

La pista olimpica di Cesana Pariol è un tracciato per bob, slittino e skeleton che si trova a Cesana Torinese, in provincia di Torino. Costruita nel 2005, ha ospitato i XX Giochi olimpici invernali, la Coppa del Mondo di bob 2009 e 2011 i Campionati mondiali di slittino 2011, da allora inutilizzata e in stato di abbandono. Costo: 110 milioni di € a fronte di un preventivo di 60 milioni.

Pistacesana.png

Le olimpiadi di Torino in occasione delle quali venne costruita la pista hanno comportato costi per più di 3 miliardi e le entrate direttamente legate alla manifestazione (diritti tv, vendita dei biglietti, ecc) hanno portato ricavi per circa un miliardo. A Roma, in occasione dei mondiali di nuoto del 2009, è stata costruita la Città dello Sport di Tor Vergata, opera incompiuta che si sarebbe dovuta comporre di un palasport con 8mila posti, un edificio palanuoto con 4mila posti, una piscina olimpionica esterna con tribune fisse per 3mila posti e una pista di atletica [6].

Napoliu.png

Anche in questo caso l'epilogo conferma la sistematicità degli sprechi: rispetto al progetto redatto inizialmente dal SIIT (Servizi Integrati Infrastrutture e Trasporti) del Lazio che prevedeva 120 milioni di euro di spesa, quello successivamente approvato nel 2006 costava il doppio, 240 milioni di euro. Dopo l’approvazione (settembre 2006) il Comune di Roma chiese a Calatrava un’ulteriore stesura del progetto, per rendere candidabile la capitale alle Olimpiadi del 2016, col fine quindi di adeguarlo agli standard olimpici. La stesura definitiva venne passata al Comitato Tecnico e Amministrativo del Provveditorato alle Opere Pubbliche il 5 febbraio del 2007 con il risultato che la spesa aumentò raggiungendo i 323 milioni di euro, di cui circa 239 per lavori. Il progetto definitivo venne autorizzato il 25 febbraio del 2009 con dei cambiamenti rispetto al progetto iniziale (due edifici vengono alzati a 76 metri e il palazzetto dello sport ingrandito per ospitare 15mila spettatori, ossia 7mila in più) e l’importo definitivo del prospetto raggiunge i 607.983.772 euro. L'ultima manifestazione sportiva internazionale svoltasi nel Sud risale al 2009: dopo sedicesima edizione dei Giochi del Mediterraneo a Pescara risultarono 37 milioni di euro di buco nel bilancio dei Giochi. In questo caso una delle spese più consistenti venne destinata al Comitato organizzatore composto da 78 membri (per le Olimpiadi di Atene - non certo un esempio virtuoso - ne bastarono 18) [7]


Fonti

http://ilmattino.it/napoli/cronaca/restyling_cerimonie_di_apertura_chiusura_giochi_nello_stadio_tutto_tirato_lucido-1595708.html

http://www.irpinianews.it/universiadi-2019-napoli-e-campania-tutti-gli-impianti-sportivi-avellino-presente/

http://www.gazzetta.it/Sport-Vari/05-03-2016/universiadi-2019-napoli-campania-cuore-manifestazione-area-ex-nato-140902368619.shtml

http://www.napolitoday.it/sport/universiadi-napoli-2019-impianti-eventi-discipline.html

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2016/03/05/news/universiadi_2019_assegnate_a_napoli_e_alla_campania-134834138/?refresh_ce

http://www.wikispesa.it/Eventi_sportivi_e_Olimpiadi:_sprechi_e_strutture_abbandonate

http://www.wikispesa.it/Mondiali_Italia_%2790._Sprechi,_opere_incompiute,_mutui_accesi_al_2014

http://www.wikispesa.it/Pista_olimpica_di_Cesana

http://www.wikispesa.it/Citt%C3%A0_dello_sport_di_Tor_Vergata,_Roma